Nasce nel 2015 in seno al Civico Corpo di Domodossola e vede un primo organico costituito de Antonio Manti e Luca Agnesa alle trombe, Davide Citera al corno, Francesco Porrino al trombone e  Corrado Pidò alla Tuba. Il primo esordio come intermezzo al concerto di Natale dello stesso Civico Corpo ed in seguito con uno proprio alla Cappella Mellerio. All’uscita di Porrino dal gruppo per motivi di lavoro oltr’alpe la parte di trombone viene ricoperta da vari musicisti quali Davide Vesci, Andrea Zotti, Rocco Tisi  e attualmente in organico stabile Ruben Pompilio. Nel 2016 nasce una stretta collaborazione con la Compagnia Teatrale Stranagente (Nadia Matli, Mario Stelitano, Giuseppe Donato ,Matteo Brighi e Nella Trapanii )  con la quale viene messo in scena lo spettacolo "Galileo Galilei, uomo e scienziato del suo tempo" dove, attraverso musiche rinascimentali e letture, viene ripercorsa la vita dello scienziato pisano. Tra il 2106 e 2017 l’organico subisce un nuovo cambiamento con Antonio Manti e Federico Cavalli alle trombe, Davide Citera al corno, Ruben Pompilio al trombone e Corrado Pidò alla tuba. Nell’organico del Domus Brass si aggiunge anche Luca Dosio, che sostituisce Citera durante le lunghe trasferte professionali. Il repertorio, di estrazione per lo più rinascimentale e classica , nell’estate 2017 introduce nuovi arrangiamenti più leggeri, dai classici d’opera e musica leggera alle colonne sonore da film. Sempre nel 2017 il Domus Brass Quintet diventa parte attiva dell’Associazione Musicale “Sbandiamo APS” della quale Manti e Pidò ne sono Soci Fondatori. Il 26 Dicembre dello stesso anno dedica un concerto di beneficenza all'Associazione Parkinsoniani di Domodossola nella suggestiva cornice della Cappell aMellerio. Apre le attività del 2018 con un concerto al Teatro Maggiore di Verbania il 1 gennaio.